Beautiful puntate americane arriva antagonista di Hope
Posted in Beautiful
Luglio 24, 2018

Beautiful, nelle puntate americane arriva l’antagonista di Hope

Zoe riesce ad entrare in passerella durante la sfilata di Hope

Per chi vuole sapere in anticipo cosa succederà fra qualche tempo nelle puntate della più longeva soap mai esistita al mondo, Beautiful, oggi parleremo di quello che sta accadendo in questi giorni nelle puntate americane, visibili in Italia a ottobre.

Come già saprete anche Hope, la figlia di (Brooke e Dicon) ha ormai intrapreso la strada dei suoi nonni e dei suoi genitori, cioè quella della stilista, e ha aperto un brand tutto suo dedicato al pubblico giovane, “La Hope for the Future”.

Negli ultimi tempi però il nuovo sito della casa di moda appena nata è stato bersagliato da un ignoto che non ha fatto che minacciare e spaventare la povera Hope. In America già si sa che le minacce in realtà non erano state concepite per Hope ma per Emma Barber, la sua stagista. Il colpevole, o meglio la colpevole in questo caso è Zoe Buckingham, una new entry ancora poco conosciuta.

La ragazza, assunta per un murales da Wyatt Spencer avrebbe infatti preso il tablet di Sally Spectra Jr. e da quello avrebbe poi inviato i messaggi minatori. Ovviamente la povera Sally sarà la prima sospettata, ma a sua volta sospetterà giustamente di Zoe, che non è mai riuscita a convincerla completamente. Il movente è un classico in Beautiful, la ragazza, infatti, ha deciso di minacciare Emma perché colpevole di dare troppe attenzioni all’uomo di cui Zoe è innamorata.

Costretta ad andare via una volta scoperta, Zoe deciderà invece di nascondersi per poi riuscire a sorpresa durante una sfilata di moda di Hope. Il suo sarà uno stratagemma perfetto, dopo aver fatto infortunare la modella di punta con una distorsione, Zoe si dirà la sostituta e sarà fatta uscire con l’abito più bello, nonché quello finale, della sfilata “Hope for the Future” e sarà presentata da Hope stessa, visto il successo ottenuto, come volto della collezione.

Posso interessarti

Tagged with: